giovedì 23 novembre 2017

Recensione: Olga di carta. Il viaggio straordinario

Buon pomeriggio a tutti, oggi voglio parlarvi di un libro davvero molto carino e di cui sicuramente avrete sentito parlare. Si tratta del primo libro Olga di carta. Il viaggio straordinario di Elisabetta Gnone, nota scrittrice di libri dedicati ad un pubblico di lettori piccoli. 
La storia di Olga di carta è il giusto regalo da fare ai piccoli di casa e da leggere insieme a loro. 
Mentre voi leggete questa recensione, io sto leggendo il seguito Olga di carta. Jum fatto di buio di cui vi avevo già parlato. 

OLGA DI CARTA
IL VIAGGIO STRAORDINARIO
Salani editore | 304 pp. | €14,90
Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d’aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio, sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell’infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di trasformarla in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: Olga s’imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare a remi. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare…


Una storia delicata, fiabesca e ricca di insegnamenti velati è quello che ho trovato leggendo Olga di carta - Il viaggio straordinario, che si è rivelata essere proprio una bella lettura, leggera ma d’impatto come poche. 
Olga è una bambina silenziosa e spesso sovrappensiero ma conosciuta in tutta Balicò per le sue storie che dice di aver vissuto personalmente e che sembrano sempre essere dirette ad ogni abitante del villaggio. Mentre infatti lei racconta le sue storie chiunque si ritrovi ad ascoltare sente avere un dito puntato contro. Lo stesso vale per noi lettori, che ci sentiremo i diretti interessanti dalle storie di Olga, come se ognuno di noi fosse stato colto in fallo e debba apprendere quale sia l’insegnamento che voglia mandarci Olga.
In questo primo capitolo della serie Olga racconta di un’altra bambina, di un altro villaggio ma che ha il suo stesso nome e che è fatta di carta. La sua avventura inizia quando, volendo realizzare il suo desiderio di diventare una bambina vera, va alla ricerca della maga che le possa realizzare quanto lei vuole. Affrontando pericoli e conoscendo nuovi bizzarri personaggi Olga di carta conoscerà il mondo e realizzerà quanto sia unica nel suo essere di carta. 
Le storie di Olga diventano così motivo di ritrovo per gli abitanti di Balicò, è solo in questi momenti che tutti si fermano e con una scusa o un’altra si avvicinano per poter ascoltare le sue parole. 
Con una descrizione magica, poetica Elisabetta Gnone riesce a scrivere una storia adatta a tutti, grandi e piccoli che potranno ugualmente apprezzare la storia e trarne vantaggio. Così come spesso ho letto, confermo quanto sia ammaliante e suggestiva la sua narrazione. Riesce a catturare la nostra attenzione e farci tornare bambini, quando con gli occhioni grandi e la bocca aperta aspettavamo curiosi la fine della fiaba per scoprire in che modo il protagonista sarebbe riuscito ad essere felice. 
Le illustrazioni meravigliose che troviamo all’interno del libro aiutano la nostra immaginazione e rendono la storia ancora più dolce e delicata. 
Colori, paure, sogni e speranza è tutto questo e tanto altro quello che troverete leggendo Olga di carta, un libro magico davvero che vi farà tornare piccoli e che vi saprà incantare. 




mercoledì 22 novembre 2017

Sleeping Beauties il nuovo libro di Stephen King + vincitore "Guess the page"

Cari lettori sono appena arrivata a casa, scusate il ritardo ma finalmente ci sono. Oggi scopriamo chi è il vincitore del giveaway Guess the page, in cui abbiamo messo in palio un libro di Stephen King e che ora andiamo a scoprire. Ma ho voluto approfittare inoltre di questa occasione per presentarvi il nuovo libro del Re che è arrivato proprio oggi nelle librerie italiane.

Sleeping beauties è il nuovo romanzo scritto a quattro mani dal maestro del thriller con il figlio Owen. Questa nuova storia è già un successo e presto diventerà una serie TV di Anonymous Content.


SLEEPING BEAUTIES
Sperling & Kupfer | 652 pp. | €21,90
Dooling è una piccola città fortunata del West Virginia, con una splendida vista sui monti Appalachi e lavoro per tutti. E a Dooling, infatti, che qualche anno fa è stato costruito un carcere all'avanguardia destinato solo alle donne, che siano prostitute o spacciatrici, ladre o assassine, o ancora tutte queste cose insieme. Ed è una di loro, in una notte agitata, ad annunciare l'arrivo della Regina Nera. Per il dottor Norcross, lo psichiatra della prigione, è routine, un sedativo dovrebbe sistemare tutto. Per sua moglie Lila, lo sceriffo di Dooling, poteva essere un presagio. Perché poche ore dopo, da una collina lì vicina, arriva una chiamata al 911, ed è una ragazza sconvolta a urlare nel telefono che una donna mai vista ha ammazzato i suoi due amici, con una forza sovrumana. Il suo nome è Evie Black. Intorno a lei svolazzano strane falene marroni e sembra venire da un altro mondo. Lo stesso, forse, dove le donne a poco a poco finiscono, addormentate da un'inquietante malattia del sonno che le sottrae agli uomini. Un sonno dal quale è meglio non svegliarle.
----------------------------------------


Ma passiamo alla parte che a voi interessa: il giveaway!

Prima di scoprire il libro in palio, voglio fare un riassunto dei partecipanti e delle relative risposte, così da essere il più chiara possibile.


Giovanni Pisciottano - 501
Luigi Dinardo - 351
Salvatore Illiano - 354
isabella mantovani - 388
Fedy-Ika InWonderland - 307
Anna Scotto - 516
Tessa's Library - 384
matteo orgiu - 469
Chiara Scarlata - 437
Elysa Pellino - 489
Marco Smeraldi - 470

Il libro in palio e di cui doveva essere indovinato il n° di pagine è...


Numero di pagine: 470

Indovinando esattamente il numero di pagine, vince il libro Marco Smeraldi!!
Complimenti, ti abbiamo già mandato l'email per l'indirizzo, quindi controlla ;)


Ringrazio tutti i partecipanti e vi aspetto nei prossimi giorni per nuove sorprese!! =D

martedì 21 novembre 2017

Recensione: Un amore al volo

Buongiorno carissimi lettori ^^ finalmente stiamo recuperando un po' di recensionin arretrato quindi questa settimana troverete tante nuove opinioni sul blog ;) non perdetevele!
Oggi vi parlo di un eBook molto divertente e frizzante di Silvia Menini, di cui avevo già letto il precedente Se bella vuoi apparire (qui la mia recensione) e che ancora una volta riesce a conquistarmi con le sue storie alla Bridget Jones. 

UN AMORE AL VOLO
Rizzoli | 143 pp. | €2,99
Allacciate le cinture, forti turbolenze in arrivo! Un viaggio. Una fuga da due uomini e da una vita che sente ormai estranea. Sabrina sembra quasi avercela fatta. Ma il volo che la deve portare lontana da New York viene cancellato a causa del maltempo. Da quel momento tutto va storto e lei perde presto il controllo della situazione. Perché allora non lasciarsi andare? Un drink per rilassarsi e Paul, un divertente compagno di viaggio, per dimenticare le pene d'amore. Ma a un primo bicchiere, ne segue un altro, e poi un altro ancora…. Quando si risveglia, in preda a un post sbornia colossale, non ricorda nulla. Dove si trova? Perché indossa solo una t-shirt con la scritta LAS VEGAS e… oddio cosa ci fa quell'uomo nel suo letto? Un romanzo che affronta in maniera scanzonata il conflitto tra ciò che è giusto fare e ciò che si desidera veramente. Perché se si segue il proprio cuore magari l'amore, quello vero, non tarderà ad arrivare. Mood: Ironico - YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d'animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Una storia frizzante, divertente, irreale è tutto questo Un amore al volo, altro libro di Silvia Menini che come sempre si conferma un’autrice in grado di dare vita a libri che fanno stare bene il lettore e soprattutto che regalano sorrisi. Leggendo Un amore al volo sarà impossibile non sorridere davanti alle disavventure della protagonista, che se inizialmente si mostra una ragazza fragile e quasi infantile, successivamente riuscirà a farsi perdonare dal lettore e mostrare la sua vera natura. 
Sabrina ha tutto nella vita, un buon lavoro, un fidanzato che vuole sposarla e un amante. Quando la conosciamo sta vivendo con quest’ultimo una romantica vacanza a New York, se solo anche lui non le avesse chiesto di sposarlo. Questo non rientrava nei piani, la loro doveva essere solo un’avventura nata a causa della frustrazione data da una relazione monotona e sempre uguale con Luca, il suo eterno fidanzato. 
Così Sabrina si ritrova in lacrime sotto la pioggia in una città che non l’appartiene e con una valigia che le fa compagnia. Ma prima di tornare a casa bisogna capire cosa fare della sua vita, Luca o l’amante? Chi bisogna scegliere?
Quello che non si aspetta sicuramente Sabrina è di rimanere bloccata a New York causa maltempo. In condizioni pessime e con la sfortuna che la perseguita entrerà nel suo mondo Paul, compagno di disavventure che sembra l’unico in grado di farla sorridere dopo tutto. 
Questa è Sabrina e questa è la sua storia, un casino? Forse sì, ma sarà proprio questo a rendere Un amore al volo una storia allegra e inverosimile. Come detto Sabrina non è un personaggio che si fa amare fin da subito, ma alla fine riuscirà a “crescere” e prendere consapevolezza di quello che davvero vuole della vita, quindi riuscirà a riscattarsi. 
Perciò se avete voglia di ridere e di passare delle ore in compagnia di qualcosa di veloce le cui pagine scorrano velocemente Un amore al volo è il libro che potete scegliere senza alcun dubbio. Silvia Menini riuscirà a conquistare anche voi. 



lunedì 20 novembre 2017

Recensione: Le nostre anime di notte

Buon pomeriggio carissimi lettori! Avevate visto i miei nuovi acquisti? :3 Vi piacciono?
Come promesso, oggi pomeriggio vi parlo dell'ultimo libro che ho letto per lo più in aeroporto e sopra le nuvole eheh :P


LE NOSTRE ANIME DI NOTTE
Risultati immagini per le nostre anime di notte libro
NN Editore | 171 pp. | €17,00
È nella cittadina di Holt, Colorado, che un giorno Addie Moore rende una visita inaspettata al vicino di casa, Louis Waters. I due sono entrambi in là con gli anni, vedovi, e le loro giornate si sono svuotate di incombenze e occasioni. La proposta di Addie è scandalosa e diretta: vuoi passare le notti da me? Inizia così una storia di intimità, amicizia e amore, fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle e piccoli gesti di premura. Ma la comunità di Holt non accetta la relazione di Addie e Louis, che considera inspiegabile, ribelle e spregiudicata. E i due protagonisti si trovano a dover scegliere tra la propria libertà e il rimpianto.





Arriva un momento, quando ormai siamo diventati vecchie copie sbiadite e opache in un mondo che invece freneticamente va avanti, in cui ci si ferma a ripercorrere tutti gli anni passati, a rimuginare su tutti gli errori, gli sbagli, i rimorsi, in cui è possibile guardare dall'esterno il nostro io vivere e sopravvivere, come in una pellicola cinematografica. Ed è proprio in quel momento, quando le membra diventano fragili e i capelli si schiariscono, che ci appare assurdo, se non stupido, aver vissuto secondo certi schemi, regole, pre-condizionamenti. E allora cerchiamo disperatamente la libertà che non abbiamo mai avuto. Questa è la storia di Addie e Louis. Due vecchi anziani di Holt che ripercorrono tutti i momenti più importanti della loro vita aprendo contemporaneamente un nuovo spiraglio, quasi una speranza, l'illusione che non sia troppo tardi e che tutto possa cambiare. Entrambi soli, vedovi da diverso tempo, decidono di intrecciare una storia di amicizia e di affetto, di conoscenza e di intimità. Due solitudini che diventano una compagnia leggera, delicata ma necessaria. 

Risultati immagini per le nostre anime di notte film
"Sto parlando di attraversare la notte insieme. E di starsene al caldo nel letto, come buoni amici. Starsene a letto insieme, e tu ti fermi a dormire. 
Le notti sono la cosa peggiore non trovi?"

Ma forse non hanno bisogno di un vero e proprio interlocutore. Forse è soltanto un espediente per parlare a loro stessi. All'inizio è tutto molto strano: c'è una leggera aria di tensione, di inesperienza, di incertezza. Ma piano piano, i due iniziano a conoscersi, a prendersi per mano, a raccontare storie e segreti, dolori e gioie. Forse anche questo è un buon metodo per purificarsi. Il dialogo è catartico. E proprio in questo nuovo legame si esplica tutta la libertà che cercavano. Sono liberi di essere liberi. Liberi di non preoccuparsi delle dicerie sulla loro relazione, liberi dagli sguardi accusatori di una piccola cittadina provinciale, liberi dalle incombenze della vita quotidiana. Ma la libertà verrà messa costantemente a dura prova, in primis dall'arrivo del nipote di Addie per l'estate ma anche dagli stessi figli che non riescono a capire cosa stia succedendo. Possibile che non gliene importi nulla degli altri? No, per una volta hanno deciso di pensare a loro stessi. E fino alla fine, anche quando questa libertà sembra svanire, trovano sempre un modo per raccontarsi, per far incontrare le loro anime di notte. 

“Non ho intenzione di prestare attenzione a cosa pensa la gente. L’ho fatto troppo a lungo, per tutta la mia vita”

Risultati immagini per le nostre anime di notte film
Il romanzo racconta tutto questo con uno stile veloce, quasi accelerato come se non ci fosse più tempo, tramite una serie di piccoli spot, piccole sequenze che si succedono in maniera lineare. Ma forse proprio per questo, non sono rimasto entusiasta del tutto del romanzo. Forse è rimasto troppo in superficie, forse avrei voluto che i personaggi fossero più scalfiti e definiti, forse avrei preferito qualche spezzone in più di un film che è cominciato troppo tardi. Ho apprezzato molto il tema alla base (che vi ho descritto nelle righe precedenti) insieme a tutti i possibili riferimenti ad altri argomenti tanto importanti (la famiglia, le apparenze da conservare) ma non sono rimasto del tutto appagato. Tuttavia, al di là delle mie impressioni personali, rimane un romanzo fragile, delicato, che ci sussurra l'importanza dei sentimenti e di essere sempre noi stessi, liberi e coraggiosi, in un mondo che spesso non fa altro che ucciderci. Ed è proprio nell'altro che esiste la nostra salvezza. Nei legami, nelle amicizie, nelle storie d'amore. Solo così possiamo sopravvivere. E non importa se il tempo ormai sta finendo, è sempre il momento giusto per darsi nuovi sogni, nuove aspettative, nuovi orizzonti. 

"Bé è proprio quello che stiamo facendo. Chi si sarebbe aspettato che a questo punto delle nostre vite potesse capitare una cosa del genere. Chi l’avrebbe mai detto? Per noi le novità e le emozioni non sono finite. Non siamo diventati aridi nel corpo e nello spirito."




Di seguito, il trailer del film basato sul romanzo:





Che ne pensate? Lo avete letto?
Avete letto la trilogia di Haruf?



Nuovi arrivi libreschi (in fondo è quasi Natale)

Buongiorno carissimi lettori ^^ Qualche giorno fa vi avevo avvertito di essermi dedicato agli acquisti ed oggi finalmente posso mostrarveli in tutta la loro bellezza! In fondo qualche regalino pre-Natale ci è concesso no? :P




Iniziamo dal romanzo in lettura "Le nostre anime di notte". Avevo attenzionato più volte questo romanzo nelle librerie degli aeroporti e alla fine mi sono deciso ad acquistarlo avendo inoltre visto i molti commenti positivi. Parere a caldo a lettura ancora non terminata? Convinto ma non troppo. In ogni caso, oggi pomeriggio uscirà la recensione!
Poi andiamo alla raccolta di racconti di Buzzati. Come sapete ho scoperto il piacere di leggerlo soltanto a settembre (meglio tardi che mai) e ho deciso di replicare con i suoi racconti e questa raccolta ("Fantasmi"; "Delitti") sembra essere molto promettente ** Prima o poi leggerò anche i suoi romanzi.
Ed infine due nuovi romanzi gotici, "Abbiamo sempre vissuto nel castello" e "Malombra". Da quando ho letto "Giro di vite" (recensione qui ) ho deciso di ampliare le mie conoscenze su questa branca della letteratura e, dopo Dracula e Frankenstein che ho già letto, queste sembrano essere delle letture da fare assolutamente!




Che ne pensate?
Aspetto i vostri pareri 😄😄
E fatemi sapere cosa avete acquistato o ricevuto!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...